La finestra

 
Un moscone
che continua a ronzare
sempre uguale..
sempre maledettamente uguale..
Quasi volesse ipnotizzarti
con quel suono..
così fastidioso e penetrante..
che ti martella il cervello..
Poi ti alzi..
apri la finestra..
e vola via..
Richiudi..
ed ecco il silenzio che si fa sentire..
lo spazio vuoto che rimbomba ovattato..
le orecchie sembrano chiuse..
la stanza galleggia fuori dallo spazio..
fuori dal tempo..
Allora ti alzi..
apri la finestra..
e acolti il moscone mentre si allontana..
insegui il suono finché svanisce..
E non sai se è meglio chiuderla..
o lasciarla aperta..
Non sai.. ma guardi fuori..
in cerca di un suono sordo
che interrompa la voce del silenzio..
In cerca dell’impossibile..
In attesa di tutto e del contrario di tutto..
Riempiendo la clessidra
di speranze e sogni.
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: